INIZIA LA RINCORSA

di Baco Barenco

Ha tutta l’aria di una rivincita la partita di sabato al Comunale fra l’ACB e lo Stade Losanna. Si perché tutti hanno ancora nella sala dei ricordi il brutale tre a zero con il quale i vodesi distrussero i sogni di promozione dei granata nel campionato 16/17. Vittoria meritata certo ma che brucia ancora.

La squadra losannese in questi quasi due anni ne ha fatto di strada: lo scorso campionato, da neopromossa, ha terminato al sesto posto, quest’anno, dopo otto partite, veleggia al primo posto con sei vittorie e due pareggi, 21 reti fatte e sette subite. Un ruolino di marcia simbolo di qualità e probabilmente anche di sogni di promozione. Non male per un club che nel suo sito fa notare come sia una delle squadre più longeve del canton Vaud e che con 35 squadre, 435 juniori, 80 bambini e 80 allenatori, 26 nazionalità presenti è un esempio di integrazione.

Per i granata quindi un ostacolo di qualità che dovrà essere affrontato con la necessaria determinazione tanto più che, dopo l’uscita dalla coppa svizzera, l’obiettivo stagionale è ormai solo il campionato dove sarà importante far bene anche per preparare il futuro dei prossimi anni. Non saranno purtroppo della partita Daniel Maffi (operato lunedì al menisco) e Daniele Russo (infortunatosi nella seduta di ieri sera) ma chi li sostituirà ha sicuramente le capacità per farlo al meglio. La squadra ha dato segni di risveglio contro il Winterthur disputando un’ottima gara: si tratta ora di dare continuità a un sistema di gioco che potrà dare ancora molte soddisfazioni e invogliare tutti i tifosi granata a recarsi allo stadio perché solo con il loro incondizionato sostegno si potranno ottenere risultati importanti.

FORZA GRANATA!