GRANATA A TESTA ALTA

di Baco Barenco

Bravi bravi raga, siete riusciti a far tornare il sorriso sul Comunale. E questo in un pomeriggio di non facile gestione dopo la forzata rinuncia di Maffi che si è rotto il menisco durante il riscaldamento e al quale facciamo gli auguri per un pronto ristabilimento. Soprattutto dopo aver incassato in modo un po’ banale il vantaggio ospite dopo soli nove minuti. Ma la squadra granata oggi c’era, e ha fatto di tutto per recuperare colpendo un pale già nel primo tempo, raggiungendo il pareggio con un rigore di Magnetti al decimo della ripresa. Poi, dopo una settantina di minuti, una velocissima azione di contropiede del Winterthur ha forse fatto capire che la differenza di categoria la si vede proprio in queste occasioni, soprattutto se si pensa che fra gli ospiti vi erano giocatori di provata esperienza come Callà o Markaj che vantano anni di militanza ai vertici del calcio svizzero. Ma non co si è persi d’animo, si è continuato ad attaccare alla ricerca del nuovo pareggio che però non è voluto arrivare. Peccato perché dopo una così bella prestazione  si sarebbe sicuramente meritato di più. Siamo usciti dalla coppa svizzera ma ora perlomeno sappiamo che la squadra c’è, che quando si mette in campo la necessaria grinta e volontà si può mettere in difficoltà qualsiasi avversario, che quando i giocatori di esperienza girano anche i giovani riescono a dare un contributo decisivo al gioco granata. Una buona premessa per il futuro che ora sarà tutto concentrato sul campionato.

Forza GRANATA !