CAMPIONI!

di Baco Barenco

Colori granata in festa perché, con la vittoria sul campo del Seuzach, a cinque giornate dal termine del campionato l’ACB si è assicurato il primo posto nel girone e la partecipazione alle finali di promozione in prima lega promozione. E’ un risultato di tutto rispetto se si pensa che ancora quattro anni fa la squadra aveva ripreso la competizione dalla seconda lega. Una squadra che merita attenzione e sostegno da parte dei tifosi che in realtà sono piuttosto numerosi e, come i Bellinzona Boys, dei fedelissimi. Dovunque si incontrano i colori granata ci sono anche loro con il loro immancabile tamburo, con i loro striscioni e i loro slogan di incitamento. Erano 50 nel derby con il Mendrisio, 9 a Seuzach a festeggiare alla fine con la squadra il risultato raggiunto.  Di solito giungono allo stadio all’ultimo momento, sabato eccezionalmente sono arrivati un po’ in anticipo, il tempo per organizzare una mini grigliata sul posteggio dello stadio. Già, perché il loro tifo richiede un sacco di energia perché non smettono di cantare durante tutti i novanta minuti suscitando spesso l’ammirazione anche dei tifosi delle squadre avversarie. E i loro slogan  vanno dai tipici “noi vogliamo questa vittoria” , “Bellinzona la capitale” o ancora “siamo noi, la squadra del Ticino siamo noi” a quelli di impronta poetica come “quando gioca il Bellinzona in trasferta o giù in città, anche se la mamma non lo sa, noi saremo sempre qua” oppure “Sei tu per me l’unico amor e ti porterò sempre nel cuor”. Un sostegno apprezzato soprattutto dai giocatori che si sentono parte integrante del gruppo e alla fine di ogni gara vanno a salutare e a ringraziare. Insomma, se non ci fossero bisognerebbe inventarli.

Perché chiaramente l’ACB ha bisogno del suo pubblico per avere successo; ora ci sarà un mese per preparare al meglio le gare di finale e sarebbe magnifico ripetere l’entusiasmo di dieci anni fa quando ci fu la finale di coppa a Basilea e la promozione in super league.