Verso il sogno-realtà

A cura di Corrado Barenco

Era il 26 di settembre: si gioca in casa contro il Taverne e dopo 25 minuti gli ospiti conducono per due a zero. Poi la reazione e alla fine vittoria granata per cinque a due, ma che paura.

È il 22 febbraio e sul sintetico di Taverne l’ACB gioca la prima amichevole in vista del girone di ritorno. Risultato zero a zero.

Durante la pausa invernale la squadra di Di Vittorio si è rinforzata con quattro acquisti (due giocatori del Locarno uno del Vedeggio e il portiere dell’ACB Boari) e la rosa ha una media di età di 24,9 anni. Su 22 giocatori che formano la rosa 15 sono stranieri (a titolo di paragone a Bellinzona su una rosa di 25 gli stranieri sono 6).

Insomma, al di là delle statistiche, si può dire che il Taverne, nonostante una classifica non proprio brillante (10mo posto con 21 punti ma con due partite in meno degli altri) è una squadra tosta, direi quasi rognosa che sul proprio terreno sa farsi valere e imporre soprattutto la sua forza fisica.

Un’altra partita tosta quindi per i granata che sabato sera dovranno far valere tutte le loro qualità e fare un ulteriore passo verso quel traguardo stagionale che per ora è ancora all’orizzonte e non chiede altro che essere trasformato in realtà.

FORZA GRANATA!