TUTTI AL COMUNALE DOMENICA

A cura di Corrado Barenco

È l’8 agosto 2015, dal piazzale dello stadio verso le 11 parte in direzione di Küssnacht un autobus bianco riempito di colori granata. Dopo solo un anno di scontri sui campi ticinesi si torna a giocare anche nella Svizzera tedesca per un campionato pieno di incognite ma che rende cosciente la squadra del salto di qualità che si è fatto e che bisognerà fare per garantire un futuro degno delle ambizioni di tutti: giocatori, dirigenti, tifosi. È la prima trasferta: una specie di pranzo al sacco con banane e tortine all’ombra di una pianta al ristorante sull’autostrada a Altdorf fa tornare tutti un po’ ragazzini in gita scolastica, e poi l’assenza di alcuni giocatori importanti fa correre un po’ di insicurezza fra tutti i partecipanti. Sotto il caldo di quell’estate senza limiti il compito non è così facile e allora ci sta la vittoria per uno a zero grazie alla rete di Tuz alla fine del primo tempo.

Da quel giorno è iniziata una cavalcata che ha portato la squadra granata a comandare la classifica praticamente durante tutto il girone e che è terminata con un primo posto alla fine del girone di andata con sette punti di vantaggio sulla seconda classificata. Una meraviglia che autorizza tutti a sognare un’altra promozione dopo quella dello scorso anno.

E domenica si torna in campo, questa volta al comunale sempre contro quel Küssnacht che ha terminato l’andata al dodicesimo posto. Si riparte con ottimismo anche se, come di consueto usa ripetere il presidente Righetti, bisognerà essere coscienti del fatto che nessuno ci farà dei regali. E allora bisognerà entrare in campo con quella modestia che ci ha finora caratterizzato coscienti comunque di essere una squadra che ha tutte le caratteristiche per vincere: ce lo ha insegnato la memorabile partita con il Lugano dove una certa dose di sfortuna ci ha impedito di firmare una prodezza.

Lo dobbiamo a tutti, soprattutto ai tifosi che ci hanno sempre accompagnato anche in trasferta facendo dell’ACB una squadra invidiata da tutti, una squadra che dalla rinascita ha saputo far sognare anche chi guardava alla nuova avventura con scetticismo. Una squadra che merita il sostegno incondizionato di tutta la piazza per far tornare Bellinzona, il prima possibile, sui palcoscenici che gli competono.

Il comunale ci aspetta tutti domenica perché se è vero che siamo forti, con i tifosi allo stadio possiamo sentirci imbattibili.

Comunicazione di servizio:

L’apertura dei cancelli domenica è prevista per le ore 13:30, invitiamo i nostri tifosi volersi recare con anticipo allo stadio in modo da poter usufruire dei servizi della nuova buvette coperta.