Una maledetta febbricciola mi ha chiuso in casa e annullato la trasferta a Mendrisio. E allora mi affido a Simone Patelli che così racconta il pomeriggio momo.

La partita è iniziata con le due squadre molto attente e timorose. I granata hanno un buon possesso palla senza però riuscire a essere pericolosi. Poi, dopo una ventina di minuti si infortuna Bottani, l’ACB è momentaneamente in dieci e il Mendrisio, su azione di contropiede si porta in vantaggio. La squadra subisce il contraccolpo e durante il primo tempo non riesce a rendersi pericolosa. Nella seconda parte il gioco granata migliora, si riesce a entrare pericolosamente in area ma la palla non ne vuole sapere di entrare in porta per una certa mancanza di determinazione e precisione. Al 90esimo finalmente i granata raggiungono il pareggio con Maffi ma inspiegabilmente la rete viene annullata per un fuorigioco che ai più è sembrato inesistente. Un collega giornalista in un SMS mi dice “ero in zona e il gol dell’1 a 1 era validissimo”.

Che dire? Ancora Patelli dice che occorre ancora migliorare e essere pericolosi durante tutti i novanta minuti. Su questo dobbiamo ancora lavorare, sarà una battaglia fino all’ultima giornata per raggiungere il secondo posto, ogni partita sarà una finale. Tocca a noi gestire nel migliore dei modi questa situazione a partire dalla prossima trasferta a Baden per la qualifica alla fase principale di coppa svizzera della prossima stagione.

Baco Barenco