di Baco Barenco

Un’occhiata alla meteo per domenica sul cellulare ci imporrebbe una danza alle divinità del sole per scacciare quei nuvoloni e quelle gocce enormi che appaiono. Insomma, questo inizio di seconda parte di campionato, almeno dal punto di vista meteorologico, non sembra delle migliori. Ma per carità, nessuno in casa granata, pensa di imitare la meteo, al contrario la volontà è quella di iniziare a cento all’ora per assicurarsi il più presto possibile l’accesso alle finali di ascesa e poter preparare quindi nel modo migliore queste finali.

Il primo ostacolo non è propriamente dei più facili (ammesso che ci siano ostacoli facili da superare): il FC Kosova, squadra neopromossa che nella prima parte di campionato ha saputo scalare la classifica fino al quarto posto e che domenica scorsa ha rimandato a casa la seconda squadra del San Gallo con un secco tre a uno. Attenzione quindi perché gli zurighesi arriveranno al Comunale combattivi più che mai tanto più che le motivazioni non mancano mai quando si gioca contro la prima in classifica.

E allora toccherà all’ACB prendere bene le misure dell’avversario imponendo il proprio gioco usando tutte le qualità che il gruppo ha saputo mettere in campo finora. E questo sarà possibile solo se sul terreno da gioco ci sarà una vera squadra nella quale ognuno gioca per gli altri cosciente che solo come collettivo si può avere successo.

Un collettivo del quale deve essere parte irrinunciabile la tifoseria granata che domenica dovrà far sentire la propria voce indipendentemente dalla quantità di acqua che scenderà dal cielo.

FORZA GRANATA!