di Baco Barenco

Credo che i giocatori del Münsingen nel viaggio di ritorno avevano davanti agli occhi il sorriso beffardo di Ulisse Pelloni, il portierone granata che al 92esimo minuto salva con un guizzo da leopardo un tiro scagliato in porta a colpo sicuro da pochi passi dai gialli bernesi e poi si supera parando due rigori, il primo sulla sinistra e il secondo a destra per garantire il passaggio del turno di coppa svizzera alla squadra granata.

Giornata amara quindi per Lukas Scenkel, ex giocatore dell’ACB dal 2011 al 2013 che, quando ha saputo che si sarebbe giocato la partita di coppa contro il Bellinzona, era contento di tornare al Comunale e incontrare alcuni compagni con i quali aveva già giocato. Lui che ha visto una partita equilibrata su un campo pesante dove nessuno ha fatto regali e dove ha vinto la squadra che ha avuto un po’ più di fortuna dell’altra.

Una partita strana tant’è che alla fine del primo tempo i commenti in tribuna erano del tipo “questi 45 minuti si potevano anche non giocare”. Certo, una certa complicità l’ha avuta il terreno pesante, il tempo autunnale e freddo per la stagione che induceva a tirarsi sotto il piumone piuttosto che essere su un campo di calcio. Ma questo non giustifica i numerosissimi errori visti in campo e nemmeno il fatto che durante tutto il primo tempo non si è visto un solo tiro in porta (ad eccezione di un fortuito colpo di testa di Stojanov al secondo minuto finito sulla parte superiore della traversa). Non molto diversa la ripresa con i granata però un minimo più intraprendenti che passano in vantaggio con il gol di Magnetti ma si fanno raggiungere immediatamente due minuti più tardi. I due tempi supplementari sembrano la fotocopia di quelli regolamentari al di là di un clamoroso palo di Stojanov dopo 102 minuti di gioco. Poi i rigori con i giocatori granata che dimostrano una concentrazione e freddezza da campioni e un super Pelloni che dimostra tutto il suo valore.

Si è vinto e sconfitto la squadra bernese che durante questa stagione non aveva mai perso e poi, l’importante era passare il turno, si diceva a fine gara. Resta il fatto che questa partita ha dimostrato quali potranno essere le difficoltà che la squadra potrà incontrare in caso di accesso alle finali di promozione. Anche se, secondo Lukas Schenkel, l’ACB è sicuramente un buona squadra e soprattutto una squadra di esperienza. E poi ci dice: “una squadra che riesce a battere il Münsingen merita certamente la promozione”.

Ecco la sintesi video: