di Baco Barenco

Incomprensibile. Questa è la parola che a fine gara si è sentita di più nei corridoi del Comunale, parte granata. In effetti fino all’83esimo l’ACB conduceva tranquillamente una gara abbastanza ben giocata per 4 a 1 poi una sfortunata scivolata di Berera che in area di rigore tocca la palla con la mano; è rigore e si va sul 4 a 2. Da lì le cose precipitano: 4 a 3 tre minuti dopo, 4 a 4 dopo ancora tre minuti e ne passano altri tre per il 4 a 5 che da la vittoria all’Eschen/Mauren. Una follia collettiva che nessuno poteva immaginare.  Questo risultato non avrà conseguenze sulla classifica (manca ora un punto alla matematica certezza di terminare il campionato al primo posto) ma sicuramente avrà ripercussioni sulla squadra che ora più che mai ha avuto un ulteriore dimostrazione di non poter mollare un secondo a livello di concentrazione e attitudine. Probabilmente ha ragione chi dice che una cosa del genere nell’arco di un campionato poteva capitare e che per fortuna è arrivata in questa partita e non durante le agoniate finali. Ora però bisognerà reagire e riaccendere subito la luce.

Gigi Tirapelle alla fine si assume le proprie responsabilità: “la colpa principale è mia perché non sono riuscito a far capire alla squadra che tutte le partite te le devi guadagnare. Ora comunque sarà necessario un esame di coscienza e soprattutto toccherà allo staff trasformare questa sconfitta in qualcosa di positivo”.

Resta il fatto che in campo negli ultimi 20 minuti si è assistito a un rilassamento generale sottovalutando i giocatori del principato che ci hanno creduto fino all’ultimo e appena fiutato la possibilità del colpaccio si sono sostenuti a vicenda. In quei momenti è mancato lo spirito di squadra che bisognerà immediatamente recuperare per non ricadere in situazioni come queste.

Che dire di più? Niente se non invitare tutti a tornare con i piedi per terra perché lo sappiamo, e non ci stancheremo mai di ripeterlo, che in questo campionato nessuno è disposto a far regali e quindi occorre sempre la massima determinazione e concentrazione per far valere quelle qualità che indubbiamente fanno parte della squadra granata che da subito potrà e dovrà dimostrare che si è trattato “solamente” di una gran brutta giornata.

Forza Granata