di Baco Barenco

Si è tornati a vincere al Comunale e questa è una buona cosa per evitare di cadere in una spirale casalinga depressiva che poteva essere pericolosa. E lo ha capito il pubblico della tribuna che a fine gara ha tributato un lungo applauso ai granata scesi in campo. Lo si è fatto con una prestazione discreta peraltro contro una squadra fra le meno attrezzate viste durante questo campionato. Ancora una volta però è mancata un po’ di brillantezza che dovrebbe permettere di guardare al futuro con un certo ottimismo. Secondo lo staff tecnico tutto questo fa parte di una normalità voluta perché da due settimane si sta intensificando il carico negli allenamenti, lo si farà ancora per sette giorni poi si calerà di intensità per arrivare alle finali con la dovuta forma pronti ad affrontare la parte più importante della stagione con tutte le forze disponibili. Intanto è rientrato Quadri che ha giocato dignitosamente l’ultimo quarto d’ora e si è fatto debuttare Luca Anselmi, un altro giovane 18enne del vivaio granata, suo l’assist per il 2-0 di Magnetti. Tutto sembra quindi proseguire secondo i piani anche se vi sono alcune incognite da risolvere, in particolare il rientro degli altri giocatori fermi al palo vittime di acciacchi vari. L’ACB c’è, è pronta ad assumersi quelle responsabilità che dovranno portare al salto di categoria anche se, e lo sappiamo tutti, il calcio non è matematica, è imprevedibile. Ma già in più occasioni i granata hanno saputo dimostrare di saper cogliere i frutti del lavoro svolto durante tutta una stagione al momento giusto. Simo fiduciosi.
FORZA GRANATA