Maggio 2008 – maggio 2018: due momenti della storia granata che si incontrano e che si fanno compagnia. Sabato la squadra incontrerà il Tuggen per l’ultima partita casalinga di un campionato che i granata hanno dominato praticamente senza trovare ostacoli per una classifica che li vede primeggiare con venti punti di vantaggio sulla seconda. Nel contempo si dovevano festeggiarei dieci anni dall’ultima promozione in super league. La meteo incerta non ci permette purtroppo di allestire fuori dallo stadio quanto era in programma ma comunque dopo la partita direttamente al bar Granata sarà proiettato un filmato sul memorabile spareggio contro il San Gallo, immagini che, “tutte le volte che le vedo”, ci dice Manuel Rivera, “mi fanno venire i brividi. Quella di dieci anni fa è stata una stagione indimenticabile con in aprile la finale di coppa svizzera a Basilea e in maggio la promozione, un evento che non si era mai visto in città”.

E la squadra di allora aveva in comune con quella attuale il fatto di essere formata da parecchi giocatori cresciuti a Bellinzona come Mangiaratti, Miccolis, Raso, lo stesso Rivera e altri ancora e tutti saranno al Comunale sabato per una rimpatriata che vuol essere anche un buon auspicio per le finali di ascesa in prima lega promozione che inizieranno fra poco. L’unica differenza è che allora erano tutti professionisti ma, a livello di attaccamento ai colori granata, sono convinto che quelli di oggi non sono inferiori a quello che eravamo noi, precisa ancora Manu. Tutti si augurano quindi che si possa ripetere, a dieci anni di distanza, quello che hanno fatto i granata nel 2008.

Quella di sabato è quindi un’occasione da non perdere per tutti i tifosi che devono dare uno slancio significativo alla squadra che da quattro anni ci sta facendo sognare e che ha tutte le qualità per continuare la scalata verso le parti nobili del calcio svizzero.

FORZA GRANATA!