di Baco Barenco

Nemmeno il vento, il temporale e la grandine sono riusciti a fermare il Bellinzona che da Basilea rientra con una vittoria importantissima per il raggiungimento degli obiettivi stagionali. Due reti di Magnetti, una per tempo, la prima su calcio d’angolo perfettamente tirato da Forzano, la seconda dopo uno sfondamento irresistibile di Stojanov, senza contare l’asta colpita da Sergi a cinque minuti dalla fine. Vittoria meritata ma anche sudata anche perché uno svarione difensivo dopo due minuti di gioco ha permesso al Black Stars di passare in vantaggio. E le condizioni per rincorrere il recupero non erano ideali. Al di là della meteo, si giocava su un campo sintetico con dimensioni molto ridotte rispetto ai terreni normali e quindi c’è voluto un certo tempo per adattarsi. Ma i granata hanno saputo tirar fuori gli artigli e mettere in campo quella volontà di far bene indispensabile per mettere sotto un avversario che veniva da sette partite consecutive senza sconfitte e che comunque ha dimostrato di meritare la partecipazione a queste finali con una squadra ben messa in campo, tecnicamente dotata e non intenzionata a concedere regali agli avversari.

Ora si torna al Comunale (sabato alle 17.30) dove sicuramene vi sarà il pubblico delle grandi occasioni a sostenere una squadra che durante tutta la stagione ha dimostrato una buona maturità e la volontà di ottenere quei risultati che permetteranno di guardare avanti, di fare un altro passo verso il ritorno a quel calcio che conta e quindi a riprendere quel posto che storicamente compete all’ACB. Ma attenzione a non illudersi, le vittorie bisogna conquistarle sul campo e le incognite e i trabocchetti sono sempre dietro l’angolo.

FORZA GRANATA!