AC Bellinzona

Sofferenza e cuore

07 agosto 2016

A cura di Corrado Barenco
Il primo tiro in porta per i granata arriva al 24esimo. Fino a quel momento il Grasshopper under 21 aveva dimostrato di essere una squadra di vertice in questo campionato di Prima Lega. Con un possesso e circolazione della palla degni di una squadra che ha tecnica da vendere.
Ma lo sappiamo tutti, l'importante nel calcio è mettere la palla in rete e in questo esercizio gli zurighesi sono apparsi alquanto imprecisi e all'inizio Capelletti ci ha messo del suo con due paratone su pericolosissime incursioni degli attaccanti bianco blu.
Ma a un certo punto, dopo quel primo tiro in porta, tutto è cambiato e i granata hanno cominciato a macinare gioco e a mettere in difficoltà la difesa ospite.
Il secondo tempo è stato poi la realizzazione di quel sogno che tutti avevano nel cuore: iniziare il campionato con una vittoria per dimostrare che tutto quanto fatto in passato non era dovuto al caso. E allora ecco gli undici in campo mettere a dura prova i loro polmoni con scatti mozzafiato, con la solidarietà messa a disposizione della squadra, con uno spirito di sacrificio che solo un gruppo coeso e cosciente della propria forza sa mettere in campo.
E dopo un'ora di gioco arriva il vantaggio con Magnetti che da solo, durante i novanta minuti, ha praticamente messo in difficolta la difesa del GC. Ma il bello doveva ancora venire: all'89esimo un veloce contropiede porta capitan Tarchini a inventarsi uno scavetto che significa il raddoppio.
L'ACB c'è anche in Prima Lega e se lo spirito di sacrificio di tutti verrà confermato durante tutta la stagione le soddisfazioni non si fermeranno a questa prima partita.

Sponsor