AC Bellinzona

Festa per tutti

14 agosto 2016

A cura di Corrado Barenco La scenografia c'era tutta a Conthey: i tavoloni da festa campestre, la griglia e la raclette, il vino bianco, il benvenuto all'ACB con un gazebo all'entrata dello spogliatoio dove la squadra ha trovato un cestone di albicocche, pere e mele rigorosamente vallesane. E prima dell'inizio si sentiva quell'ansia tipica della coppa svizzera coscienti che in queste occasioni la squadra di categoria inferiore da tutto e ancora di più per fare lo sgambetto agli ospiti. Ma poi tutto è stato risolto in un quarto d'ora con i (bianchi) granata che si sono portati sul doppio vantaggio con un magnifico tiro a rientrare di Bankovic e lasolita rete dei Magnetti. Un dominio che è continuato per tutto il primo tempo che si sarebbe potuto chiudere con un risultato molto più netto se solo Bottani e Magnetti soli davanti al portiere non avessero sbagliato. Ma poi nella pausa è ritornata l'ansia con Patelli che diceva che il due a zero era un risultato pericoloso. Ma anche l'inizio della seconda parte non lascia dubbi con le reti di Guidotti dopo cinque minuti e la seconda di Magnetti venti minuti dopo. Mancavano ancora venti minuti alla fine e i granata devono aver pensato di aver terminato il loro compito: si sono fermati lasciando l'iniziativa alla squadra locale che non si è fatta pregare e hanno segnato la loro rete (seppur su un grosso errore difensivo) a dieci minuti dalla fine. Ma, nonostante questo atteggiamento pericoloso, alla fine i colori granata hanno dimostrato la loro maturità agonistica e vinto con un risultato che non lascia dubbi sulla qualità delle forze in campo. E ora, come lo scorso anno siamo ai 16esimi e vedremo cosa ci riserverà il sorteggio. IL SOGNO CONTINUA

Sponsor