AC Bellinzona

UN POSTO SEMPRE PIù AL SOLE

25 marzo 2018

di Baco Barenco Ci sono delle partite che rischiano di cadere nell'anonimato a meno che qualcuno si dia da fare per inventare un minimo di spettacolo. Al Comunale, dopo un primo tempo piuttosto noioso ravvivato unicamente dalla rete di Stojanov, la seconda parte della gara ha sicuramente divertito di più i tifosi granata con la squadra che in alcune occasioni ha dimostrato di giocare un calcio preciso, veloce, ben congegnato da un collettivo che quando lo vuole riesce a mettere le mani in avanti e diventa pericoloso per qualsiasi avversario. Lo ammette anche l'assistente allenatore Marco Piccinno quando ci dice che quando abbiamo accelerato il ritmo del nostro gioco siamo diventati una squadra di qualità sia davanti che in difesa dove per l'ennesima volta non abbiamo subito reti. Certo la seconda squadra del Winterthur, nonostante la presenza di alcuni giocatori che fanno parte regolarmente della squadra di challenge league, non ha impressionato più di tanto anche perch da questo campionato non può chiedere molto di più di quel che ha fatto finora.Anche quando i granata hanno concesso qualche spazio di troppo agli zurighesi non vi sono stati grossi pericoli per la porta granata (a parte una paratona di Pelloni dopo 50 minuti tanto per dimostrare che le sue qualità sono molto alte). E anche Piccinno mette in risalto che contro squadre più attrezzate queste concessioni si potrebbero pagare care e quindi è meglio evitarle. La strada imboccata sembra quindi quella giusta senza dimenticare che nei due mesi che mancano alla fine del campionato, vi sono ancora margini di miglioramento. Già da mercoledì prossimo quando andremo a Mendrisio che comunque in classifica, pur occupando sempre il secondo posto, è a 13 punti dall'ACB.

Sponsor